In Vigliano, una frazione del comune di Scoppito (L’Aquila), sono previsti interventi innovativi sulla rete idrica. Vicino al serbatoio storico che attualmente fornisce acqua alla frazione, è prevista la costruzione di un secondo serbatoio in cemento armato. Quest’ultimo avrà una vasca di accumulo dimensionata in base alle crescenti necessità del paese. Durante la mattinata, è stata condotta una visita per dettagliare le operazioni necessarie.

Erano presenti Amedeo Tirabassi, vicesindaco di Scoppito, Alessandro Piccinini, presidente della Gran Sasso Acqua Spa, e Marco Mancini, consigliere comunale. Tirabassi ha mostrato il suo entusiasmo per i progressi a favore di Vigliano e ha evidenziato che si valuteranno le problematiche in altre aree, collaborando strettamente con la Gsa. Ha anche messo in evidenza l’impegno dell’amministrazione Lombardi nel rispondere alle esigenze delle frazioni di Scoppito.

Vigliano, situata non lontano da L’Aquila, ha visto molte giovani famiglie stabilirsi per mantenere le proprie tradizioni. Con un aumento degli utenti nel corso degli anni, la necessità di rinnovare la rete idrica obsoleta è diventata evidente. Mancini ha sottolineato che è essenziale per le istituzioni sostenere queste iniziative per fornire servizi migliori e moderni.

Inoltre, c’è stata una nota di ringraziamento al presidente della Gsa, Piccinini, per la sua pronta risposta e pianificazione degli interventi cruciali, attesi da lungo tempo dalla comunità di Vigliano.